Giuseppe Frana

Biografia
Giuseppe Frana nasce a Salerno il 19/10/1986 e da sempre vive a Cava de’ Tirreni dove compie gli studi superiori conseguendo la maturità classica. Nel 2007 si laurea con lode in Filosofia e Comunicazione presso l’università degli studi di Napoli “l’Orientale”, dove è tutt’ora iscritto al biennio specialistico in filosofia. Da più di metà della sua vita dedica la gran parte del tempo e delle energie alla musica.

Percorso artistico
Muove i primi timidi passi nel mondo dell’apprendimento musicale da chitarrista elettrico, sotto la guida sapiente di Carlo Fimiani, splendido musicista e insegnante capace di trasmettere l’amore per lo studio e l’attitudine all’umiltà. Decisivo è l’incontro, musicale e poi personale, con Ross Daly, figura che ispirerà in maniera diretta (come insegnante) ed indiretta (come divulgatore e organizzatore di workshop) il percorso artistico di Giuseppe connotandolo con tre elementi fondamentali:
-Il polistrumentismo
-L’interesse per le tradizioni modali non occidentali
-L’amore e lo studio della composizione

È a Creta che si approccia per la prima volta allo studio dell’oud (liuto arabo) e del repertorio classico ottomano, che studierà con frequenti viaggi in Grecia e Turchia, man mano affiancando alla pratica di questo strumento principale lo studio di altri cordofoni di provenienza mediorientale e centrasiatica e percussioni (tamburi a calice e a cornice). Il polistrumentismo è per Giuseppe Frana innanzitutto un modo di svincolare la sua immaginazione musicale dalle possibilità tecniche e “linguistiche” del singolo strumento, pur rimanendo in contatto con i colori e i linguaggi tradizionali che attorno allo strumento sono fioriti nei secoli.

Competenze
Cordofoni: Oud, rebab, lavta, laouto, kemence, chitarra fretless, yayli tanbur, lyra, tarhu.
Percussioni: Tombak, tamburi a cornice (tar, bendir, bodhran, riq), idiofoni (clay drums, mbira).
Competenze teoriche: Sistema modale dei makamlar turchi, repertori ritmici mediorientali e persiani.

Ha studiato con Ross Daly (composizione e orchestrazione modale), Yurdal Tokcan (oud turco), Necati Celik (oud turco), Daoud Khan Sadozai (rebab afgano), Omer Erdogdular (repertorio classico ottomano), Evgenios Voulgaris (yayli tanbur), Sokratis Sinopoulos (kemence), Mohssen Kasirossafar (tombak), Pedram Khavarzamini (tombak), Zohar Fresco (percussioni), David Kuckhermann (percussioni), Murat Coskun (percussioni).

Si occupa di quella che viene chiamata normalmente, a torto o a ragione, “World Music” in veste di esecutore e compositore mettendo le mie competenze al servizio di progetti musicali tout court, musiche di scena, colonne sonore.

http://www.myspace.com/peppefrana

Laboratori di Giuseppe Frana:

Strumenti etnici (cordofoni non temperati e percussioni)

Paolo Silvestri

Paolo Maria Silvestri ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di 15 anni sotto la guida del maestro Vincenzo Colella per poi proseguire col figlio Lucio. Nel 2002 ha studiato musica presso il College di Seton Hall,in New Jersey, Usa. Qui ha approfondito gli studi pianistici ed ha inoltre preso parte ad un trio di musica da camera nella New York Youth Symphony, esibendosi nell’ambito di due concerti tenuti dall’associazione, di cui uno al Cami Hall di New York. Tornato dall’esperienza americana è stato ammesso al conservatorio D.Cimarosa di Avellino, dove ora frequnta il X anno di pianoforte col M° Cinzia Matarazzo e il VII anno di composizione col M° Giacomo Vitale. Si è esibito diverse volte al Cimarosa:  in qualità di pianista e compositore nel 2007 per il progetto “Domenico Scarlatti: genio felice della tastiera” ; nel 2008 in qualità di pianista solista e pianista accompagnatore nei progetti “Letteratura: Musa della Musica” e “Uno speciale, musicale augurio di buon Natale” organizzati dal M° Maria Pia Cellerino. Ha partecipato al concerto per la Festa della Musica nell’ambito della rassegna MusicArte nell’ex carcere Borbonico di Avellino, eseguendo musiche di Schumann. Essendosi cimentato anche nello studio dell’organo, previsto dal corso di composizione, si è esibito nel 2008 e 2009 rispettivamente nella IV e V giornata organistica nazionale eseguendo nella chiesa madre di Grottolella musiche di Bohm e di Haydn. Ha partecipato come pianista e compositore eseguendo un brano per pianoforte e clarinetto in uno dei concerti della rassegna “le notti ritrovate” a cura del M° Massimo Testa. Ha inoltre contribuito alla realizzazione dei tre concerti “note di Natale”, tenuti presso la Chiesa S. Maria Assunta in cielo di Torrette di Mercogliano, eseguendo la “suite natalizia” e “la notte santa”, 2 brani natalizi per ensemble da camera e coro da lui composti. Ha partecipato spettacolo “Passio Christi 2010” come organista e compositore del brano “Gesù deposto dalla Croce”.

Corsi di Paolo Silvestri:

Pianoforte Classico

Enzo Scorzeto

Enzo Scorzeto

Fin dall’adolescenza Enzo è stato attratto dalla natura, da storie fantastiche e dalla musica. Dagli anni 90 ha organizzato e suonato in concerti con Afterhours, Cristina Donà, Ritmo Tribale, Interno 17, Scisma, Giorgio Canali, Teatro degli orrori.
Ha studiato batteria con Giuseppe La Rossa perfezionandosi negli anni con master class e clinic (Gary Chaffee, Cristian Mayer, Lorenzo Petruzziello etc.) laureandosi nel contempo in Scienze della Comunicazione. Autore di testi e musiche fin dalle sue prime esperienze (ResNova, UsTax Exempt), ha trovato il suo ambiente naturale nei Guernica che ha contribuito a fondare nel 2000. Con i Guernica ha prodotto circa 50 canzoni pubblicate in quattro album. Da qualche anno fa parte della band AmonRa con la quale ha pubblicato l’album Ombre e attualmente compone e arrangia nuovi brani. Con il trio Arkanoise che ha fondato nel 2015 ha avuto modo di sperimentare nuove frontiere musicali. Parallelamente ha svolto attività didattica per associazioni di solidarietà (drum circle, passeggiate didattiche). Oggi insegna batteria nell’associazione musicale “La Mela di Odessa” che ha fondato nel 2009 occupandosi anche dei laboratori di musica d’insieme….ed è sempre più affascinato dalle storie.

Corsi e Laboratori di Enzo Scorzeto:

Batteria

Musica d’insieme ACADEMY

Storia, stili e culture musicali

Ilaria Scarano

Diplomata all’Accademia d’Arte Drammatica del Teatro Bellini di Napoli (2001)

Laureata in Scienze della Comunicazione all’Università degli Studi di Salerno (2001)

Diploma di Solfeggio presso il Conservatorio D. Cimarosa di Avellino.

Studi in composizione presso il Conservatorio D. Cimarosa di Avellino.

Dagli anni 90 svolge la professione di attrice.

Parallelamente alla sua attività di attrice e autrice Ilaria Scarano con il progetto mu (associazione di cui è presidente) dirige numerosi laboratori teatrali e didattico educativi (Segni, Dizione e tecniche di comunicazione verbale: Workshop di livello base)

Laboratori di Ilaria Scarano:

Dizione e tecniche di comunicazione verbale

Teatro-musica per bambini

Riccardo Distasi

Riccardo Distasi

Pianista e arrangiatore. Esperto di computer e programmatore di synth, linguista dilettante.

Formazione:
Ha studiato pianoforte e tastiere con Joe Zawinul e Bill Russo e jazz ai seminari estivi della Berklee School of Music (corso di tastiere elettroniche: Joe Zawinul) ottenendo il premio di outstanding musicianship.
Successivamente si è perfezionato in arrangiamento, composizione e direzione alla Scuola europea d’orchestra jazz di Palermo (G.Schuller, B.Russo).

Attività professionali:
Nei primi anni ’90 ha suonato musica leggera con diversi artisti italiani (tour estivi con Pino D’Angiò, Flavia Fortunato ecc); dalla seconda metà dei ’90 ha fatto parte di numerose formazioni jazz e R&B. Prima del 2000, ha partecipato e vinto tutti i principali concorsi italiani di composizione e arrangiamento per orchestra jazz (Roccella Jonica, BargaJazz, Scrivere in Jazz). È stato invitato a Euroring 2001 (Olanda), dove ha lavorato con la Metropole Orchestra e Vince Mendoza. Nel 2003 ha inciso l’album “Homage to Wayne Shorter” con la cantante Ondina Sannino, partecipando a numerosi festival jazz. Come pianista di musica leggera ha poi lavorato con il cantautore Marcello Murru (premio Tenco, Expo).
Recentemente ha realizzato la colonna sonora del cortometraggio “La Currybonara” di Ezio Maisto.

Scrive arrangiamenti su commissione. La sua musica è stata eseguita, fra gli altri, da S. Bollani, R. Breuls, F. Bosso, Metropole Orchestra, E. Pieranunzi, E. Rava, M. Stern.

Corsi e Laboratori di Riccardo Distasi:

Pianoforte Jazz

Laboratorio di teoria e pratica musicale

Giuseppe Sarno

Giuseppe Sarno nasce ad Avellino il 24 gennaio del 1981. Avviato allo studio del pianoforte dal padre Alfonso e prosegue da autodidatta. Il suo grande amore per la musica rock lo spinge all’età di undici anni ad avere le sue prime esperienze in band emergenti locali. All’età di quattordici anni il debutto sul palco con una nota cover-band avellinese, Lord Phantom, con cui esegue brani dei Dream Theater. Con tale band inizia la sua esperienza “on the road”, calcando i palchi di numerosissime manifestazioni e club locali. Nell’autunno 1996 entra a far parte dei Lost Innocence, band salernitana di progressive-metal, con all’attivo svariati lavori. nell’estate del 1997 che partecipa all’Agglutination Festival di Chiaromonte (Pz), facendo da supporter agli Over Kill e riscuotendo con la band un ampio consenso da parte del pubblico. Nel 1998 la sua passione per il progressive-rock lo spinge a studiare con il M° Vittorio Nocenzi, tastierista della storica band italiana del Banco del Mutuo Soccorso. Nel 1999 inizia la sua collaborazione con la compagnia stabile Clan H di Avellino e con l’attore Salvatore Mazza, con il quale protagonista di numerosi recital di musica e poesia. Sempre in tale anno ha la sua prima esperienza in studio collaborando con il cantante pop avellinese Giuseppe Grieco alla registrazione dell’album “Aria”. Nel 2001 la sua esperienza artistica viene arricchita dalla collaborazione con la cover-band avellinese di rock-blues It Up, con la quale conduce, per 4 anni circa, una fitta serie di concerti in club e manifestazioni regionali, proponendo un repertorio che spazia dal rock al soul. Nel 2002 entra a far parte della band Aironi Neri, con i quali esegue i brani pi celebri dei Nomadi, noto gruppo folk-rock nazionale, e calca i palchi di tutto il centro-sud del Paese. Partecipa alla festa in onore dei quaranta anni di carriera dei Nomadi, tenutasi nel giugno del 2004 a Riccione, affermandosi come miglior cover-band del Sud Italia. Nel 2003 d vita alla progressive-rock band dei Taliesyn con i quali propone brani degli storici Emerson Lake & Palmer, Jethro Tull, Gentle Giant, Brian Auger, Led Zeppelin, Deep Purple e molti altri. Supportato da musicisti eclettici, con i Taliesyn partecipa a numerose rassegne regionali, aprendo, inoltre, i concerti di artisti di fama nazionale quali Banco del Mutuo Soccorso e 24 Grana. Dopo quattro anni di militanza e centinaia di concerti, termina la collaborazione con gli Aironi Neri e inizia a lavorare nel 2006 con l’artista Paprika (www.paprikacantapausini.it), la quale, grazie alla straordinaria somiglianza alla cantante Laura Pausini, infiamma le piazze proponendo il repertorio della famosa artista pop internazionale. Segue, inoltre, nel corso dello stesso anno, le lezioni di improvvisazione jazz, tenute dal M° Stefano Giuliano presso l’Università degli Studi di Salerno, accrescendo, in tal modo, il suo “vocabolario” musicale. presso la medesima universit che, nel maggio dello stesso anno, consegue la laurea in Fisica, proponendo la tesi dal titolo “Caratterizzazione sperimentale delle vibrazioni acustiche e meccaniche di canne d’organo labiali: analisi dei segnali e modello fenomenologico associato” con il prof. Salvatore De Martino. Nell’estate 2006 d vita ad un ensemble musicale costituito da otto dei migliori musicisti di Avellino e provincia, The evening of the green improvement, con i quali propone le complesse cover di brani di Frank Zappa. Una volta conclusi gli studi universitari, si dedica completamente alla musica, iniziando lo studio del pianoforte classico seguito dal M° Enzo Colella e M° Lucio Colella. Nel 2007 inizia la collaborazione con una delle cover band storiche di Avellino, gli Aetatis, capitanata dai talentuosi fratelli Nicola e Giuseppe D’Alessio. Inoltre, tiene il tour estivo con Stefania Cento, soubrette televisiva del noto cantante e presentatore Rai Paolo Limiti. Consegue la licenza di teoria e solfeggio presso il conservatorio “Cimarosa” di Avellino. Contemporaneamente, continua il tour con Paprika, tenendo concerti anche in Romania. A fine anno realizza uno dei sogni della sua vita: possedere un organo Hammond. È così che compra a dicembre il suo CV del ’47, battezzandolo “Johnny”, in onore del mitico organista dei Deep Purple, Jon Lord. Dal 2009 entra a far parte della band progressive metal beneventana degli Illune con i quali partecipa a numerosi festival nazionali e internazionali quale ad esempio il MetalCamp09, rinomata manifestazione metal che si tiene in Slovenia.Nello stesso anno entra a far parte della nota band avelinese AmonRa, con la quale si esibisce in numerosissimi club e festival musicali. Nel 2010 inizia la sua collaborazione con Marco Smorra, cantautore partenopeo.
La sua fitta serie di collaborazioni musicale, la sua esperienza e la sua professionalità, nonchè il suo spessore artistico, lo rendono tra i musicisti piu richiesti del panorama musicale avellinese e campano.

Corsi di Giuseppe Sarno:

Tecniche tastieristiche

Salvatore Salierno

Fonico, musicista, produttore artistico.
Nato a Nocera inferiore (SA) il 04/12/1964 inizia come musicista autodidatta (tastierista e cantante), nonchè autore e compositore e collabora con vari gruppi musicali locali. Dal 1991 ad oggi si è dedicato all’approfondimento delle tecniche di ripresa e missaggio in studio di registrazione e live, vantando numerosi “credits” su produzioni discografiche “indipendenti”. Il suo approccio in studio tende a valorizzare l’apporto musicale e umano del fonico che non è più solo la figura del tecnico durante una session di registrazione ma si avvicina a quella del produttore artistico e a volte dell’arrangiatore, approccio questo molto utile ai fini del risultato musicale e fonico di una realizzazione discografica indipendente e/o riguardante generi “di nicchia”. Nel 1997 ha curato la realizzazzione del doppio CD live “SUONI DAL SUD” col patrocinio del Comune di Salerno. Dal 1994 al ’98 ha collaborato con vari service audio svolgendo la mansione di fonico di sala per numerosi artisti tra questi: Little Tony, I Ricchi e Poveri, I Cugini di Campagna, Viola Valentino, Eugenio Bennato, I Ladri di Biciclette, Ivan Cattaneo, Sandro Giacobbe, Christian, Los Locos, Gigione, ecc.

Breve selezione di gruppi con cui ha collaborato in studio: Guernica, Stamina, Pozzo di S. Patrizio, Rossometile, Heimmdall, Nude, Lost Innocence, Inside, Inseedia, Axiom, 3×0, Valiance, Blues Joe X, Wild Week End, Tony Borlotty e i suoi Flauers, Antica Consonanza, ecc.

Vincenzo Saetta

Nato il 23 luglio del 1974 a San Giorgio del Sannio (BN), si avvicina alla musica da bambino; all’età di 15 anni inizia a suonare il sax alto. Inizia gli studi classici al conservatorio di musica di Benevento con il M° Antonio Balsamo e si diploma con il M° Ferruccio Corsi. Nel ’93 frequenta i seminari della Berklee a Perugia vincendo una borsa di studio. Attualmente si è diplomato al master di perfezionamento jazzistico a Siena “SIENA INTERNATIONAL JAZZ MASTER” studiando e vincendo una borsa di studio con docenti americani ed italiani del calibro di:
Bruno Tommaso, K. Werner, J. Snidero, D. Perez, B. Watson, T. Berne, J. Ballard, G. Trovesi, B. Hart, B. Drummond, F. Sferra, P. Danielson, S. Khun, S. Zenni, M. Franco, T. Lama, F. Martinelli e altri.

ESPERIENZE LAVORATIVE: con Paolo Fresu, Furio Di Castri, Paul Jeffrey, Pietro Condorelli, Nicola Cordisco, Sandro Deidda,  Mario Raja, Sergio Di Natale, Peppe Timbro, Nicola Andrioli, Marco De Tilla, Leonardo De Lorenzo, Antonio Capasso, Alessandro Tedesco, R. Gaudiello, G. Goglia e altri. Partecipa come saxofonista nello spettacolo teatrale “L’eunuco”, regia di R. Giordano con Enzo Garinei, Franco Barbera, Korine Klerì. O.N.J. orchestra napoletana.
Attualmente è impegnato in vari progetti quali “ALKEMIK 5et” vincitore del concorso nazionale ”WALTEX JAZZ COMPETITION” 2008 a Perugia con Alessandro Tedesco, Sergio Di Natale, Davide Costagliola e Andrea Rea. Fa parte del quartetto jazz Sala’s 4et del conservatorio di Benevento “Nicola Sala” vincitore del “PREMIO NAZIONALE DELLE ARTI (JAZZ)” VI° EDIZIONE a Messina 2009 (giuria F. D’Andrea, L. Monroe, G. Tommaso). Con il BLUETIME 5et, è vincitore del concorso Barga jazz 2009 categoria gruppi emergenti. Suona anche con la Sergio Di Natale big band, Duo Acoustic Swing e altri.

COLLABORAZIONI PROFESSIONALI DISCOGRAFICHE:
Leonardo De Lorenzo: ”Pictures”
Marco De Tilla: ”Suoni italiani”
Sergio Di Natale: “What’s new” – “For a walk inside”
Daniele Sorrentino: ”Grido dal basso”
Luca Aquino: “Sopra le nuvole”
Alberto Giraldi: “Soul poetry”
Alessandro Tedesco: ”Kimika”
Bluetime: ”Lite blue”

Corsi di Vincenzo Saetta:

Sax jazz

Marco De Tilla

Contrabbassista e compositore, nasce a Napoli nel 1977.
Approfondisce i suoi studi sotto la guida dei maestri Rino Zurzolo, Ermanno Calzolari, Furio Di Castri, Piero Leveratto, Dario Deidda, Aldo Vigorito. Diplomato con lode in Jazz I liv. al Conservatorio S.P. a Majella di Napoli, con i maestri Marco Sannini e Pietro Condorelli.
Partecipa a numerosi seminari con musicisti di fama internazionale quali Dave Holland, Larry Grenadier, Bruno Tommaso, Paul Jeffrey, Dick Oatts, Danilo Rea, Franco D’Andrea, Paolo Fresu, Maurizio Giammarco.
Marco suona abitualmente in formazioni distinte, dal trio alla big band, collaborando anche con affermati musicisti tra cui Norma Winstone, Paolo Fresu, Chuck Findley, Javier Girotto, Antonio Faraò, Emanuele Cisi, David Alan Gross, Adam Rudolph, Lee Harper, Don Moye,  Nico Gori, Ettore Fioravanti, Maurizio Giammarco, Giovanni Imparato, Andy Gravish, Sandro Deidda.
Registra come autore 3 CD: “A Little Present”, con note di copertina di Piero Leveratto. “By the Waves” (dedicato ai venti e al mare), e “Suoni Italiani” (in cui sono eseguiti arrangiamenti di brani di jazzisti italiani contemporanei).
Partecipa alla registrazione di numerosi dischi tra cui Francesco D’Errico (Slow Food Music 5), Jazz Lag (feat. Emanuele Cisi e Pietro Condorelli), Adam Rudolph (Go Organic Orchestra), Lorenzo Hengeller (Il Giovanotto Matto – Canzoniere Minimo Leggero), Valerio Virzo (Caterpillar, feat. Daniele Scannapieco e Giovanni Amato) ecc..
Nel 2003 la formazione Marco de Tilla quartet vince il concorso Salerno Music Doors, che vede in giuria Steve Grossman, aggiudicandosi il primo premio e il premio della critica.
Il suo nome è presente spesso in rassegne e festival tra cui Villa Celimontana e La Casa del Jazz (Roma), Ravello Festival, Pertosa Jazz, Eddie Lang Jazz Festival (IS), Todi Arte Festival (PG), Prishtina jazz (Kossovo), Pomigliano Jazz, Biennale Giovani Artisti del Mediterraneo, Teano Jazz, Ischia Film Festival, il Premio Carosone, il Premio Napoli e tanti altri.
Diventa poi uno dei collaboratori dell’Ismez (Istituto Nazionale per lo Sviluppo Musicale nel Mezzogiorno).
Dal 2010 insegna Contrabbasso e Basso Elettrico nella classe di Jazz del Conservatorio di Potenza.

Corsi e laboratori di Marco De Tilla:

Contrabbasso jazz

Basso elettrico

Avvicinamento all’improvvisazione

Preparazione alla professione di musicista jazz